Club dei 4000 - 45° Raduno

Macugnaga, 21 settembre 2008 - Eccoci anche quest'anno all'appuntamento con l'annuale raduno del Club dei 4000 di Macugnaga. Come sempre ricordiamo che è all'aperto ed aperto a tutti gli amanti della montagna, non solo quindi ai Soci e ai loro familiari, amici e conoscenti.

Come abbiamo detto poco sopra, si svolge all'aperto, e precisiamo nella bellissima ed unica Alpe Pedriola, a due passi dalla più importante parete delle Alpi per estensione e verticalità: la Est del Monte Rosa.

La nebbia "bassa" del mattino si è via via alzata e poi diradata lasciando una giornata abbastanza soleggiata, sebbene un po' fredda.

Il raduno è un'occasione a tutti gradita per rivedersi o conoscersi, per fare quindi "due" parole sulla montagna. Poi come da programma, alle ore 12 circa, il discorso del Presidente Nino Mascaretti apre il 45° Raduno. Viene illustrato un dettagliato resoconto di quanto è stato fatto durante l'anno e della situazione contabile.

Per il  triennio 2008/2011 ci sono dei "vecchi" e dei "nuovi" candidati che i presenti con votazione approvano, confermando il presidente Nino Mascaretti con 5 consiglieri: Marco Carli, Roberto Marone (vice-presidente CAI), Teresio Valsesia (presidente CAI), Maurizio Vittone (guida alpina) e Maria Cristina Tomola (consigliere e segretaria).

Grande importanza anche per le note e le considerazioni riguardanti i corsi di alpinismo 2008 organizzati dal Club e realizzati con la collaborazione della sezione del CAI Macugnaga e delle Guide Alpine di Macugnaga; citazione e ringraziamenti agli sponsors, ed infine le premiazioni.

Tra i premiati, Francesco Villa (SAGF Macugnaga) con Riccardo Vairetti (istruttore nazionale scialpinismo) che, con Giancarlo Zucchi (istruttore nazionale scialpinismo) - Franco Ravicini - Gabriele Tartari, il 4 aprile 2008 sono saliti sulla Punta Grober (3.497 metri) partendo dalla Val Quarazza (1.300 metri circa).

Sono poi scesi con gli sci dal canale nord-est (lunghezza di circa 350 metri con punti di pendenza intorno ai 40°), canale mai percorso con gli sci prima d'ora.

Ecco in arrivo puntuale come tutti gli anni il parroco Don Maurizio che, dopo aver "detto" Messa in parrocchia, sale velocemente all'Alpe Pedriola per la S. Messa del raduno. Al termine tutti i presenti, precedentemente invitati da Maurizio Pinciroli, presidente del CAI Legnano, durante il suo discorso, hanno raggiunto in pochi minuti la targa da poco posata dalla sezione del CAI Legnano per ricordare Sergio Ferrario e Angelo Vanelli a 51 anni dalla loro scomparsa.

 

Nel lontano 1957, esattamente il 7 settembre, i due alpinisti nel tentativo di salire alla Punta Dufour, precipitarono nel canalone Marinelli durante un temporale. I corpi degli alpinisti non furono mai più rinvenuti. La sezione del CAI Legnano ha ricostruito la vicenda attraverso alcuni documenti originali e ha organizzato una serata e la salita all'Alpe Pedriola per la posa di  una targa commemorativa.

Il discorso del presidente del CAI Legnano, Maurizio Pinciroli, è stato seguito dall'intervento del presidente del CAI Macugnaga, Teresio Valsesia, che ha ricostruito la via di salita alla Dufour che stavano seguendo i due alpinisti.
 

 

Con un po' di ritardo rispetto agli anni precedenti, tutti poi al Rifugio Zamboni-Zappa per il pranzo.

Arrivederci al prossimo anno!!!