Il gracchio alpino

Nome comune: Gracchio alpino
Nome scientifico: Pyrrhocorax graculus
Classe: Uccelli
Ordine: Passeriformi
Famiglia: Corvidi
Peso: 0,20-0,26 kg
Lunghezza: 35-40 cm
Altezza: ---
Misura dell'ala: 25-28 cm
Apertura alare: 75-80 cm
Uova deposte: 3-6
Incubazione: 18-20 gg 
 
 

 

Il gracchio alpino (o  gracchio di montagna) è un grande uccello nero della famiglia dei Corvidi che vive in montagna dai 1.500 metri a oltre i 4.000 metri. Vive in stormi numerosi e frequentemente si lascia avvicinare dall'uomo perchè non è oggetto di caccia.

Il gracchio alpino si alimenta con vermi, chiocciole, larve di insetti, bacche e, all'occasione, anche di piccoli uccelli e mammiferi che trova già morti. Durante la stagione invernale scende a bassa quota, nelle immediate vicinanze dei centri abitati, in cerca di scarti organici.

Le caratteristiche del gracchio alpino, che lo distinguono dal gracchio corallino, sono il becco più corto (2,5 cm) e tozzo di colore giallo, le zampe di colore giallo-arancio, le ali più corte (25-28 cm) e la ridotta lunghezza totale (35-40 cm). Nel piumaggio, invece, non ci sono differenze sostanziali: il colore nero con riflessi blu-viola è comune ad entrambi come anche la sfumatura verde cupo delle penne remiganti (le penne portanti per il volo) e timoniere (le penne della coda con funzioni di timone per il volo).

Il gracchio alpino nidifica in colonie, per diversi anni sempre nello stesso luogo. I nidi vengono costruiti in piccole cavità inaccessibili per mezzo di steli e piccoli bastoncini; l'interno di essi viene rivestito di peli di mammiferi montani come stambecchi e marmotte. Nei nidi la femmina depone 3-6 uova, più piccole di quelle che depone la femmina del gracchio corallino, che si schiudono dopo 18-20 giorni.