Montagne di segni

libri/alberti.jpgdi Andrea Bocchiola - Monica Conte

Andrea Bocchiola, membro del Club Alpino Accademico Italiano, e Monica Conte, raccontano un anno di avventure alpinistiche a testimonianza di un movimento vivo e di buona qualità (come attestato dal premio "Paolo Consiglio" attribuito dal CAAI alla spedizione di Fabrizio Manoni) ma non si limitano a questo poiché tenta la strada della riflessione alta e non sempre facile sull'alpinismo. Così il libro ospita le parole di scrittori, di filosofi, di letterati che si avvicinano al mondo della montagna e dell'alpinismo per frequentare l'incanto con la dedizione di pensiero che impone l'alpinismo moderno a un mondo di pensieri "dentro l'uomo", negli scritti presentati da Montagne di segni. Nel volume le pagine più pensose sono dedicate a frequentare il mistero dell'alpinismo, di questa "invenzione" che muta gli uomini (facendoli alpinisti) e muta le montagne (che diventano alpinistiche). Fedele all'intelligente gesto degli alpinisti che alla domanda sul perché vadano in montagna indicando i monti all'orizzonte, Montagne di segni insegue l'incanto che lega gli uomini e montagne in quella passione senza sconti che è l'alpinismo, tentando di abitarne con il pensiero il segreto, radicalmente innovativa.

Editore: Alberti Libraio Editore - Verbania

Email: alberti@albertilibraio.it