Becca di Monciair

Nome: Becca di Monciair

Altitudine: 3.544m slm

Coordinate geografiche: Lat. N 45° 28' 59'', Long. E 7° 13' 59''

Prima ascensione: 14 Luglio 1881 da parte di G. Frasca e G. Blanchetti

 

La Becca di Monciair è una montagna del massiccio del Gran Paradiso nelle Alpi Graie. Offre notevoli panorami e usualmente è poco frequentata, data la vicinanza della vetta del Gran Paradiso.

 

 

Per raggiungere la cima ci sono due principali alternative: la cresta Nord Est, che fu la prima salita nel 1.881 e la parete nord, assai più impegantiva.

 

CRESTA NORD EST

La salita per la Cresta Nord Est avviene dal paese di Pont (in Valsavarenche), dal quale si sale, in circa 2,30h al Rifugio Vittorio Emanuele, che può essere sfruttato come punto di appoggio. Attenzione che, sebbene sia molto capiente, è anche spesso molto affollato.

La salita alla vetta vera e propria è considerata facile (PD-) e le pricipali difficoltà si trovano nel superamento del ghiacciaio del Monciair, in alcuni passaggi di primo grado in cresta e in una selletta esposta, dove non di rado è presente del ghiaccio.

Il tempo di percorrenza è di circa 3.30h per 800m di dislivello.

La discesa si effettua lungo lo stesso percorso di salita.

 

PARENTE NORD

Di tuttaltra statura è la salita dalla parete Nord. Salita per la prima volta il 2 maggio 1920 da parte di E. Barisone, S. Gallo e M. Strumia, presenta difficoltà alpinistica AD.

Raggiunto il Rifugio Vittorio Emanuele (spesso molto affollato), traversare la morena del ghiacciaio di Moncrovè seguendo i numerosi ometti verso la base della cresta NO del Ciarforon. Scendere sul ghiacciaio di Monciair e percorrerlo sul lato sinistro (salendo) sino alla base della parete. Giunti alla crepaccia terminale a 3.200m circa, risalire il bel pendio sovrastante con pendenza media sui 45° con andamento verso destra. Giunti in prossimità della cresta Nord Ovest, seguirla per facili roccette sino alla vetta.

La discesa viene generalmente effettuata sulla cresta Nord Est.